archivio

Sant’Avendrace: verde, spazi pubblici e housing sociale da Tuvixeddu a Santa Gilla


Approvati in aula dopo una seduta lunga e ricca di spunti i Piani Attuativi per l’area dell’ex Mattatoio e per il Parco urbano attrezzato sportivo ed educativo di San Paolo. E’ il primo passaggio per i piani che consentiranno di realizzare i progetti finanziati dal Governo Gentiloni con il bando Periferie. Da oggi per sessanta giorni saranno in visione sul sito del comune e negli uffici del comune per le osservazioni e a settembre torneranno in aula per l’approvazione definitiva che consentirà di approvare tutti e sette i progetti compresi nel piano predisposto dalle università di Cagliari e Sassari coordinate dal servizio pianificazione del Comune guidato da Salvatore Farci e dalla instancabile Francesca Ghirra.

Parco sportivo ed educativo San Paolo
Parco sportivo ed educativo San Paolo

Dal dibattito di ieri è stato evidente come questa sia una occasione di sviluppo per tutta la città in un’area ricca di storia, con carenza di spazi pubblici e con una bassa densità abitativa. Tuvixeddu, Santa Igia e la laguna sono le componenti ambientali da cui parte questo ambizioso progetto di trasformazione. Giustamente la minoranza, e Giorgio Angius in particolare, ha sottolineato il potenziale archeologico di quella zona, dove c’è la possibilità di rinvenire le spoglie della antica città di Santa Igia e le vestigia della prima Cagliari. Per questo il finanziamento consentirà con 4,5 milioni di euro la demolizione e bonifica delle aree che saranno vagliate preventivamente con la Sovrintendenza ai beni archeologici per verificare se si trovassero reperti importanti e in tal caso realizzare un giardino archeologico rimodulando l’intervento. Con interventi di qualità realizzati attraverso concorsi di progettazione e una collaborazione stretta con la Sovrintendenza. Una attenzione ben diversa, come ha ricordato Filippo Petrucci, di quella delle passate amministrazioni che in quella zona hanno consentito alcuni dei più impattanti stravolgimento del paesaggio urbano degli ultimi anni.

Planivolumetrico Ex Mattatoio di  via Po
Planivolumetrico Ex Mattatoio di via Po

Dal governo sono arrivati 18 milioni di euro per un nuova viale Sant’Avendrace con più spazio per pedoni, biciclette, verde e attività commerciale, così come per le strade di collegamento tra Tuvixeddu e San Paolo, per la bonifica dell’area dell’ex mattatoio di via Po dove sorgeranno 132 appartamenti di housing sociale e edilizia residenziale pubblica con un grande giardino archeologico e per la realizzazione del parco sportivo ed educativo a San Paolo dove troveranno spazio campi per rugby, baseball, calcio e sport minori oltre a un nuovo vivaio, spazi per le scuole del quartiere e una nuova passeggiata sullo stagno di Santa Gilla.
A questo si affiancheranno altri 8,7 milioni di intervento privato (il fondo etico Torre SGR e la Green Land di Sgaravatti), già inseriti nel piano presentato al governo e che ci hanno dato una premialità per ottenere il finanziamento, più l’apertura alla finanza di progetto per gli impianti sportivi in un rapporto sano tra pubblico e privato. E ai confini dell’area di progetto sorgeranno prossimamente la nuova Cittadella finanziaria tra viale Elmas e via Simeto (investimento del MEF di 50 milioni di euro) e il nuovo Campus universitario in viale la Playa.


Nelle relazioni di accompagnamento dei piani è raccontato il modello di gestione innovativo che si basa su un approccio co-generativo che per le abitazioni propone un welfare locale di vicinato con pratiche di responsabilizzazione, cura dello spazio pubblico e delle parti comuni semipubbliche e forme di auto-organizzazione dei condomini; rispetto al verde il privato avrà un’area in concessione, le scuole del quartiere potranno adottare alcune aree e le associazioni e società sportive parteciperanno alla gestione e manutenzione degli impianti con project financing.

Infine questi piani attuativi contengono quello che per qualcuno può sembrare un dettaglio ma che è un aspetto a cui tengo particolarmente, che ho portato in campagna elettorale e che ripeto in ogni intervento in commissione lavori pubblici: la qualità architettonica degli interventi pubblici attraverso i concorsi di progettazione. Per tutti gli interventi del programma (esclusi quelli dei privati) infatti la pubblica amministrazione utilizzerà i concorsi di progettazione o le procedure di evidenza pubblica.

Un ringraziamento a tutta la commissione, l’assessora Ghirra, il sindaco Zedda, gli uffici e il consiglio comunale tutto per la serietà nell’affrontare un progetto così importante che i prossimi mesi avremo la responsabilità di raccontare e accompagnare nell’attuazione.

Di seguito le Relazioni illustrative dei piani che ne raccontano meglio di queste poche righe obiettivi, strumenti e complessità.

Relazione illustrativa_Parco sportivo ed educativo San Paolo
Relazione illustrativa Ex mattatoio
NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Ex Mattatoio
NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Parco sportivo ed educativo San Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *